Donne e pallone, il binomio vincente del 2020

Sono passati 18 anni dall’uscita del film “Sognando Beckham” ma il messaggio della pellicola, ovvero l’idea che le donne siano non solo tifose appassionate ma anche ottime giocatrici, suona davvero attuale in questo 2020 che sembra essere un momento di svolta per le calciofile di tutto il mondo (tempo di lettura: 3 minuti)

Vi ricordate il film “Sognando Beckham”, uscito nel 2002? La protagonista della pellicola è Jess, una ragazza inglese di origini indiane con una passione fortemente osteggiata dalla famiglia, quella per il pallone. Tuttavia, nonostante le resistenze dei genitori, contrari al sogno della figlia di diventare una calciatrice, considerandolo non adatto ad una ragazza rispettabile, Jess incontra Jules che ha lo stesso suo amore per il calcio. Le due diventava compagne della stessa squadra locale, poi amiche, e Jess decide di tenere nascosta la cosa alla famiglia. Questo causa tutta una serie di problemi ma, ovviamente, come accade in ogni teen movie che si rispetti, il film si conclude con un lieto fine. Jess ottiene una borsa di studio sportiva e il consenso dei genitori.

Sono passati 18 anni dalla sua uscita ma il messaggio di questo film, ovvero l’idea che le ragazze siano non solo tifose appassionate ma anche ottime giocatrici, suona davvero attuale in questo 2020 che sembra essere un momento di svolta per le calciofile di tutto il mondo. Nonostante ci sia ancora diffidenza nei confronti del binomio “donne e pallone” e, soprattutto, stereotipi duri a morire, l’anno che resterà famoso negli annali a causa della pandemia di Covid-19 ha regalato alle donne che amano questo sport delle piccole, grandi, soddisfazioni.

Prima fra tutte, l’esordio in Champions League della prima arbitra Stephanie Frappart. Una carriera impeccabile e una prestazione che ha dimostrato a chi poteva avere dei dubbi che, quando si fa bene il proprio lavoro, il genere non conta.
E c’è Sara Gama, capitano della Juventus e della Nazionale femminile, che a soli 31 anni è stata nominata vicepresidentessa dell’Associazione Italiana Calciatori. Anche in questo caso si è trattato di una “prima volta” ma l’augurio è che sia proprio la prima di una lunga serie di donne ai vertici.
Per non parlare dell’importante traguardo in materia di diritti raggiunto con il riconoscimento della maternità per le giocatrici delle società che militano nei campionati Fifa. L’associazione che tutela calciatori e calciatrici, FifPro, è riuscita ad ottenere per le giocatrici 14 settimane obbligatorie di congedo dopo il parto con la garanzia di avere garantiti nel periodo di stop almeno i due terzi dello stipendio.
E, ancora, l’inizio del primo campionato di calcio femminile in Arabia Saudita, un paese dove fino al gennaio 2018 le donne non potevano nemmeno mettere piede allo stadio. Rimandato a causa del Covid, il 17 novembre quattordici squadre si sono affrontate durante la prima giornata della Women’s Football League (WFL) saudita. Il campionato non sarà purtroppo trasmesso in televisione ma ne hanno ugualmente parlato i media locali e stranieri, dando risonanza ad un evento che fino a poco tempo fa per le oltre 600 giocatrici, divise in 24 squadre basate a Riyad, Gedda e Dammam, era solo un sogno.

Sembra dunque che il mondo del calcio stia lentamente cambiando, permettendo alle donne di conquistare quegli spazi che per lungo tempo sono stati loro negati.
Questo momento è finalmente arrivato e, possiamo dirlo, era ora.

di Eleonora Panseri
from “Quote Rosa”, il collettivo online dove a suon di articoli distruggiamo il patriarcato ♡

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: