Protagonisti: Wilfried Singo

Minuto 8’. Manovra lenta del Torino, una delle squadre più in difficoltà di questo campionato 2020/2021. Dopo 14 giornate la squadra di Marco Giampaolo si trova in ultima posizione: 8 punti e 32 gol subiti. Nella prima parte della stagione le note positive per i granata hanno scarseggiato, e spesso sono state oscurate da quelle negative assai più numerose. Izzo che da dicembre è tornato in campo dopo un infortunio, Belotti che si è riconfermato il trascinatore del gruppo a suon di gol, e Singo. E sono proprio questi tre i protagonisti del gol dello 0 a 1 contro il Parma nella quindicesima giornata, rete che ha poi portato alla vittoria finale per 0 a 3. Il difensore numero 5 completa il giro palla affidando la sfera alla fascia ivoriana, il quale dando le spalle all’avversario è costretto a superarlo con un colpo d’esterno destro. Dalla propria trequarti prosegue l’inserimento verso l’interno. Nel frattempo, il bomber numero 9 gli viene incontro nel cerchio di centrocampo e riceve palla. Controlla col mancino e avanza. Con la coda dell’occhio vede il treno numero 17 superare in velocità un avversario dopo l’altro, e il Gallo, con un preciso piatto destro, lo invita ad attaccare con più concretezza. Il pallone passa tra Osorio e Bruno Alves, e viene controllato dall’ivoriano quando ormai anche Gagliolo non può più raggiungerlo. L’esterno granata entra così in area con la sfera incollata ai piedi, prosegue la corsa ancora per qualche metro per poi battere Sepe alla sua destra con un tiro incrociato. Ecco il primo gol di Wilfried Singo in questo campionato.

La sua storia è già stata raccontata in molti siti d’informazione sportiva, ma spesso, purtroppo, nel mondo del calcio le favole rimangono tali. Il mondo reale e la concretezza del campo hanno più volte infranto promesse. Ma forse questa volta non sarà così. Wilfried ha esordito con la maglia del Torino il 27 giugno 2020 subentrando a Ola Aina al 74’ nella partita persa a Cagliari per 4 a 2. Anche contro l’Inter ha giocato meno di un tempo, ma alla prima grande occasione non ha deluso. Il 29 luglio si aggiudica il posto da titolare nel march contro la Roma e, come coronamento di una partita giocata con carattere e sfrontatezza, al 65’ arriva il suo primo gol in Italia: partito dalla linea di centrocampo col pallone tra i piedi, brucia in velocità prima Spinazzola e poi Kolarov e, dopo essersi fatto 45 metri di scatto, batte Pau Lopez con un tiro basso ma potente.

Cresciuto nella Serie D ivoriana, il talento di Wilfried ha catturato l’attenzione di Maxime Nana. Già procuratore di Nicolas N’Koulou (al Torino dalla stagione 2017/2018), Nana è riuscito a convincere il presidente Urbano Cairo a occupare uno degli slot per giocatori extracomunitari con un ragazzo appena 18enne che non aveva ancora mai giocato in Italia: «Presidente si fidi di me, la stupirà». Sono bastati pochi mesi in primavera per capire le potenzialità di quel ragazzo. Alto 1 metro e 90, ma dal fisico asciutto, buona tecnica di base e tanta grinta in campo. La svolta arriva quando da centrale difensivo viene spostato in fascia destra, dove le sue lunghe leve hanno potuto sprigionare tutta la loro potenza.

Vista la giovane età (è nato il 25 dicembre 2000) e le sue prime apparizioni nel nostro campionato, Wilfried Singo farà parlare di lui in futuro. L’ottima prestazione di cui si è reso protagonista lo scorso 22 novembre contro l’Inter lo ha portato al centro del mirino di molte big, non solo italiane. Nel calcio di oggi fisico, intensità e velocità sono caratteristiche fondamentali per un esterno che, se sa pure difendere decentemente, può ambire a palcoscenici di livello internazionale. Vedendo fasce come Theo Hernandez e Achraf Hakimi dominare incontrastati le corsie esterne dei campi italiani, non mi stupirei se un giorno (non troppo lontano) anche Singo riuscirà a spaccare le partite e le difese avversarie con continuità come già ha mostrato di saper fare.

Pubblicato da Enrico Spaccini

Aspirante giornalista, scrivo di ciò che attira la mia attenzione. Sempre alla disperata ricerca di continuità e stabilità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: